Fantastifare

Io, Melkio, Cantastorie un pò clown.
Nel disegno sono, non somiglio.

Luca Melchionda,  Genova 1984 è da sempre e per tutti Melkio.
Lo stile, sia nel disegno che nella scrittura, è riconoscibile: pochi dettagli, oggetti semplici, sintesi e un immaginario magico, riflessivo ma con chiari accenti al mondo infantile.

“C’è un genere di creatività innocente, bambinesca (nell’accezione positiva del termine ovvero nel suo essere priva del pregiudizio tipico dell’età adulta) nell’approccio artistico di Luca Melchionda.

Melkio, come io l’ho conosciuto e come viene da tutti chiamato, non si muove all’interno di confini definiti, sia dal punto di vista della tecnica che del mezzo narrativo. Disegno, poesia, racconto, fotografia: ecco perché più che di arte parliamo di “mondo”, ossia di un luogo immaginario in cui Luca trova sé stesso, lasciando fluire liberamente idee, parole e visioni.”

picamemag.com ( 2015 )

  • 2015:
    – Pubblicazione libro “Il Mondo immaginifico di Melkio”
  • 2016:
    – Progetto “Little Shadow Tales”, esposizioni a Genova, Pisa, Lucca
    – Anteprima Progetto “Cement Heroes” a Manchester
    – Inizio collaborazione con l’ etichetta discografica Statunitense “Ellum” di Maceo Plex
  • 2017
    – Progetto “Little Shadow Tales” esposizioni in Portogallo (Setubal)
    – Progetto “Cement Heroes” esposizione a Genova e Berlino
    – Inizio collaborazion con l’etichetta discografica italiana “Jam” di Sam Paganini
    – Inizio collaborazione con etichetta spagnola “Lone Romantic” di Maceo Plex
    – Inizio collaborazione con “Mosaic” progetto del Pacha di Ibiza
    – Inizio collaborazione con “Teatro della Tosse” di Genova