Melkio

Luca Melchionda, per tutti Melkio, nasce a Genova nel 1984. 


La sua visione non si muove all’interno di confini definiti, sia dal punto di vista della tecnica che del mezzo.
Disegno, racconto, elaborazione fotografica: ecco perchè più che di arte parliamo di “mondo”, ossia di un luogo immaginario in cui Luca trova sè stesso, lasciando fluire liberamente idee senza alcun limite.

Un immaginario introspettivo ma allo stesso tempo innocente, “bambinesco” (nell’accezione positiva del termine ovvero nel suo essere priva del pregiudizio tipico dell’età adulta) che dona ad ogni sua opera un timbro chiaro, riconoscibile, iconico.
Seppur disegni da sempre, Melkio, inizia ad approcciare nel mondo dell’arte solo nel 2015, per gioco, grazie ad Instagram.
Da allora ha esposto i suoi lavori a Genova, Pisa, Setubal (Portogallo), Manchester e Berlino.
Ha disegnato cover per alcuni dj tra i più famosi del mondo e, nel 2019, ha scritto la sceneggiatura per uno spettacolo teatrale.

In una parola? “Fantastifare”.
Non esiste, lo so, ma mi piace, ha un bel suono e rende bene l’idea di tutto quello che faccio e come lo faccio

Melkio (2019)