Mille pensieri si affollavano nella sua testa: problemi, prospettive, scelte, domande. Uno sguardo concentrato scrutava dentro di sé, alla ricerca del bandolo della matassa, ma i pensieri erano troppi, ingarbugliati e annodati fra loro. Stretti, stipati e senz’aria i ragionamenti soffrivano incastrati in quella testa così piccola per loro. Allora si aggrapparono alle radici dei capelli, arrampicandosi su per la cute e, giunti sulla cima delle punte, scoprirono il vento. Finalmente liberi, respirarono profondamente, e crebbero come rami, curiosi del mondo.

Pubblicato da admin

Ciao a tutti sono Melkio, ovvero l'unico che scrive su questo sito. Chi sono? Un sognatore che si diverte a scrivere e a disegnare quel che gli passa per la mente: storielle inventate, pastrocchi, qualche piccola avventura. Particolari, dettagli che credo sia necessario fissare in qualche modo, e sono abbastanza sicuro che questo sia il modo sbagliato :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *