fbpx

What is a hero?
It’s something that saves you…

Palazzi infiniti dei quartieri popolari, zone abbandonate e ambienti post-industriali.
Colate di grigio su cumuli di persone annientano la personalità, la fantasia, la speranza.
Ma finalmente qualcuno è arrivato per salvarci.
Sono gli eroi di Cemento, guerrieri robot dai poteri speciali forgiati da un’immaginazione che, nonostante tutto, sopravvive e ci tiene vivi.Le foto di Yuri Segalerba, in giro per il mondo, cercando luoghi abbandonati ed aree esageratamente popolari sono state rivisitate dalla fantasia di Melkio, decostruendole.
Una rivincita ideale dell’uomo e della sua creatività sul tentativo sistematico di soffocamento da parte della società odierna.

Endless buildings in working-class neighbourhoods, derelict areas and post-industrial environments.Dreary grey castings on clusters of people crush personality, fantasy and hope.
But finally, someone has come to save us.
These are the Cement Heroes, robot warriors whose special powers are forged by an imagination that, despite it all, survives and keeps us alive. Yuri Segalerba travelled around the world, seeking out derelict zones and gritty working-class neighbourhoods to photograph. Melkio then gave free rein to his imagination to deconstruct and revisit the photos.
The fanciful revenge of humankind and its creativity to get back at the systematic attempt by contemporary society to stifle that.

Exhibitions:

2016 – Attma – Manchester
2017 – Palazzo Ducale – Genova
2017 – Whale – Berlin

Il progetto CEMENT HEROES è nato casualmente, con rapidità, entusiasmo e spontaneità, 3 elementi che a mio avviso caratterizzano la personalità di Melkio. Ho pubblicato una foto che avevo scattato ad un palazzo durante una mia mostra a Parigi e dopo 20 secondi mi arriva una notifica che Melkio ha commentato con una foto. Lì ho incontrato il primo Robot del nostro esercito. Gli altri sono nati con la stessa velocità, e la cosa che mi ha sempre colpito è che le foto dove prima vedevo solo edifici, dopo essere passate attraverso la fantasia di Melkio non mi sembrano più le stesse. Ora quando scendo in strada armato di macchina fotografica le periferie non sembrano più così fredde. Da dietro le finestre dei palazzi gli occhietti di teneri robot mi sorridono e mi distraggono dalle forme architettoniche chiedendomi di portarli davanti all’immaginazione di Melkio
Yuri Segalerba
Cement
L’inizio dell’amicizia con Yuri si perde nei meandri del tempo che fu. Non saprei definire il rapporto che ho con lui, fatto di piccoli momenti intensi intervallati da lunghi silenzi;ma di certo posso dire che è una delle persone più importanti della mia vita, nonostante la distanza. Oltre l’amicizia però c’è anche il rispetto del suo lavoro. Sono affascinato dalle atmosfere delle sue foto: malinconiche, tristi ma contemporaneamente, fredde e senza emozioni. Scatti di un occhio riflessivo, più profondo di quello che vorrebbe dare a vedere. Per questo il desiderio di “far qualcosa assieme” era forte ma non riuscivo a trovare un punto d’incontro, tra due modi di esprimersi (i nostri)apparentemente inconciliabili. Poi, come spesso accade, l’idea arriva per caso, quando meno te l’aspetti. Così una foto postata un giorno qualsiasi su facebook diede inizio a cement heroes: un’ altra avventura da vivere, di nuovo, assieme’
Melkio
Heroes